I 4 principi del Manifesto per una Informazione Costruttiva

In questo periodo storico il giornalismo sembra essere giunto a un punto di non ritorno. Uno di quei momenti in cui occorre riprendere in mano i contenuti, i valori e le visioni per tracciare un percorso differente. Il nostro network è impegnato in questo viaggio di trasformazione del mondo dell’informazione e della comunicazione.


Puntando su una narrazione costruttiva, stiamo delineando nuovi percorsi, nuove visioni e nuovi sguardi che ci condurranno verso un nuovo modo di raccontare la realtà che ci circonda. Un viaggio stimolante che si costruisce giorno dopo giorno con il confronto, l’ascolto del lettore e l’esplorazione di territori nuovi.


Alla base di questa avventura ci sono nozioni apprese dalle esperienze di giornalismo costruttivo di altri paesi europei ma anche riflessioni nate osservando il panorama italiano dell’informazione. Il risultato di questo confronto è il Manifesto per un’Informazione Costruttiva che racconta i valori che ci muovono a lavorare in modo etico e responsabile.
Un Manifesto che abbiamo voluto per raccontarci meglio e per accogliere le firme di chi – giornalisti, comunicatori e lettori – crede che si possa fare qualcosa per cambiare. Perché il cambiamento è molto più reale e tangibile di quel che si possa pensare.


I principi del Manifesto per una Informazione Costruttiva


Come si può riconoscere l’informazione costruttiva? Nel nostro Manifesto abbiamo scelto di identificare i 4 principi fondamentali intorno a cui ruota la nostra idea di giornalismo e comunicazione.

  • Informare secondo etica e rispetto. Non è il sensazionalismo ciò di cui oggi abbiamo bisogno ma un maggiore approfondimento che va al di là di ciò che viene strillato sui social media o raccontato con parole che fanno leva sullo stato emotivo dei lettori. Serve, crediamo, dare più valore alla notizia.
  • Raccontare la complessità. La narrazione costruttiva parte da una necessità impellente per la nostra società oggi: contestualizzare. I dati vanno raccontati solo dopo averli inseriti in un contesto; le storie vanno condivise solo se rientrano in un panorama più ampio di sfumature.
  • Trovare soluzioni alternative. Il mondo è complesso e con ogni probabilità lo sarà sempre di più. Quale la nostra opportunità? Raccontare i problemi portando visioni alternative, soluzioni scalabili e storie di resilienza. Perché è solo vedendo le opportunità che si generano altre opportunità.
  • Ispirare fiducia nei lettori. Il giornalismo, specie negli ultimi anni, ha perso credibilità per via di esempi poco virtuosi a cui ci siamo abituati. Ma generalizzare non è mai una buona cosa e per questo noi siamo impegnati alla ricerca delle firme e dei media che credono nell’informazione costruttiva e che giorno dopo giorno sono pronti a ricucire la relazione con il lettore. La fiducia è un valore necessario per il benessere di un Paese.

Questi nostri principi sono il punto di partenza per lavorare in modo incessante alla costruzione di nuove forme di racconto e narrazione. Se condividi il nostro pensare ti invitiamo a firmare il Manifesto per una Informazione Costruttiva: è il modo in cui puoi dirci “andate avanti!”.

Nel video qui sotto due dei fondatori del nostro network Assunta Corbo e Vito Verrastro, raccontano il Manifesto e il giornalismo costruttivo. Sul nostro canale Youtube trovi altri contenuti che possono aiutarti a conoscerci meglio.

Constructive Network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *