Il nostro futuro è connesso con quello dell’informazione

Il nostro futuro è totalmente connesso con quello dell’informazione e della comunicazione in cui viviamo immersi in ogni istante della nostra vita. Per questo è importante il giornalismo costruttivo perché ha totalmente a che fare con la costruzione del mondo che vogliamo. E per farlo dobbiamo cambiare la sua narrazione. L’unico modo è partire dalle nostre narrazioni, partire da noi, dalle parole che usiamo e da quelle che scegliamo di leggere e condividere. Il nostro futuro e quello dell’informazione e della comunicazione dipenderanno da noi. La vera connessione globale non è digitale, ma umana.

Lo ha dimostrato totalmente la pandemia da Covid-19 che stiamo vivendo. Per cambiare le nostre narrazioni, a mio avviso, è importante scegliere la chiave della ricerca della verità. È l’unica chiave possibile.

Verità senza se e senza ma, senza vergognarsi della parola, senza nascondersi dietro a nomignoli, senza velarla di aggettivi inutili. Il buon giornalismo deve impegnarsi a cercare la verità. I fatti non bastano più, dobbiamo anche saperli raccontare.

La verità è ricerca, interrogazione, dubbio, verifica. Dobbiamo ringraziare ed essere pronti a finanziare chi ha il coraggio di dubitare e ci aiuta a smascherare la falsità. La gratuità, ricordiamocelo, è sempre sospetta. Dobbiamo porre le basi per dare valore al giornalismo di qualità che va valorizzato per la sua capacità di costruire, ma anche per quella di denunciare in modo costruttivo quello che non funziona, proponendo vie alternative e sfruttando quell’intelligenza di rete di cui oggi è innervato il nostro mondo.

E con la ricerca della verità possiamo anche ridare un senso alla buona comunicazione. Filtrare contenuti di qualità, leggere in profondità e connettere le persone attraverso le parole è un modo per creare reti di relazione di valore. Questo è il giornalismo costruttivo, questa la comunicazione costruttiva. Entrambe sono fondamentali per il nostro presente e il nostro futuro.

Marisandra Lizzi
Latest posts by Marisandra Lizzi (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *